MESSA REGINA PACIS


MESSA REGINA PACIS

200,00 / unità
Prezzo comprensivo di IVA, più consegna



Messa Regina Pacis 
Per Banda, Coro maschile e due Voci Virili
Musica di Massimo Boario 
Strumentazione per Banda di  Giampaolo Lazzeri

Le parti della Messa Regina Pacis: Kyrie, Credo,Santus, Benedictus, Agnus Dei,  sono anche vendute singolarmente contattando l'editore per mail contact@mboario.com o telefonando al numero (clicca contatto)

 

Esecuzione presso Chiesa del Santo Volto  il 5/05/2019
Concerto in memoria di Piero Cerutti
Banda e Coro: Rappresentativa Master Anbima Torino
Durata totale Messa: 21'20'' circa
Estratto video partitura dalla Messa
Maestro Direttore: Giampaolo Lazzeri

 

Premessa dell' Editore

Quando consegnai al Maestro Lazzeri la Messa Regina Pacis di Massimo Boario, scritta originariamente per due Voci Virili ed Organo  (come ringraziamento alla Santa Vergine per la conclusione della Seconda Guerra mondiale ),  pensai a quanto la stessa potesse trarre giovamento da una esperta ed attenta trascrizione per Orchestra di Fiati e Coro Virile quale lo stesso Lazzeri sarebbe stato in grado di realizzare.

Il risultato finale che oggi voi sentirete  ( qui se ne propone un estratto ) è a mio parere semplicemente meraviglioso.

Davide Boario

 

Premessa di Giampaolo Lazzeri

Quando iniziai a leggere La Messa “Regina Pacis”, composta dal M° Massimo Boario nel 1945 come ringraziamento per la fine della guerra, rimasi meravigliato di come tale scrittura riprendesse in modo assolutamente preciso tutti gli stilemi presenti nella scrittura perosiana; contemporaneo di Perosi, Massimo Boario colse di questo autore, non solo la grandezza assoluta, che sarà riconosciuta dai posteri a livello planetario, di cui Massimo Boario fu tra i primi estimatori, ma anche la peculiare sensibilità musicale che lo faceva sentire un autore particolarmente a lui vicino. Se Perosi ci diviene familiare, se le sue musiche ci colpiscono, un motivo c’è: è l’immediatezza del discorso (persuasivo fino all’assurdo e senza retorica), è la «fluenza» di un’oratoria senza pose e infingimenti che penetra nello spirito attraverso il cuore, è «la parola» come dicono oggi i liturgisti, la parola senza ermetismi e contraffazioni che porta il messaggio di questo profeta di una musica intesa proprio come «carisma», cioè dono, non mutuato o combinato a tavolino, ma rivelatosi automaticamente per la sincerità del portatore. L’immediatezza del discorso musicale, la capacità di giungere direttamente al cuore dell’ascoltatore attraverso un discorso musicale schietto e profondamente umano, scevro da luoghi comuni e dalle mode, sono la caratteristica topica del linguaggio musicale di Massimo Boario. Compositore di musica popolare, in particolare per banda musicale, dopo la guerra egli sentì il bisogno di rivolgere la sua arte alla musica sacra componendo la Messa “Regina Pacis” e una “Missa pro defunctis”; nella musica sacra fu il primo compositore a prendere a modello Lorenzo Perosi, sposando appieno le sue idee riformatrici riferite a questo genere musicale. Nella Messa “Regina Pacis” ha utilizzato solo le voci virili, come nella Messa «cerviana» del Perosi, accompagnate dall’organo. Visionando questa partitura colpisce la semplice struttura melodica e armonica di tutte le parti della Messa dove si evincono momenti che da austeri si trasformano in momenti di estrema dolcezza, offrendo agli ascoltatori di queste melodie la possibilità di elevarsi alla contemplazione delle cose divine. In pratica il M° Boario è riuscito perfettamente a utilizzare la struttura musicale a supporto della parola, in questo caso della Liturgia. La sua musica è perciò una sorta di “lettura illuminata” che risulta espressiva in quanto il testo è capace di ispirare all’autore suggestioni e tonalità affettive. Con questo mio modesto lavoro di strumentazione della Messa “Regina Pacis”, spero di dare un contributo all’ampliamento del repertorio della musica liturgica per Banda.

Giampaolo Lazzeri

Cerca anche queste categorie: Composizioni per ensemble strumentali, In vetrina