OLTRE L'APOCALISSE - BEYOND THE APOCALYPSE CON CORO

110,00 / unità
Prezzo comprensivo di IVA, più consegna



BRANO PER CORO E BANDA

Si tratta di un brano commemorativo di una delle più grandi tragedie del novecento:
la Prima Guerra Mondiale, il cui anniversario cade nel 2014 essendo iniziata
nell'estate del 1914.
Come tutti sanno, l'Italia entrerà in guerra l'anno dopo nel 1915.
Davide Boario, l'autore del brano, è stato ispirato da una lettera di grande suggestione
scritta dal fronte da un ragazzo a sua mamma poco prima di andare all'assalto.
Secondo l'indicazione dell'autore, la lettera deve essere letta subito prima che inizi il
brano, in quanto il brano stesso vuole evocare il senso profondo racchiuso in quelle
poche e drammatiche righe. La composizione termina con una finestra aperta verso la
speranza e la luce, di qui il titolo “Oltre L'Apocalisse”.
Questo brano è stato eseguito, senza coro, per la prima volta a Settembre 2014 dalla
“Fanfara della Brigata Alpina Taurinense” in occasione delle commemorazioni della
“Grande Guerra”, all'interno del prestigioso festival di musica internazionale “Mito”
sia a Milano che a Torino ( Piccolo Regio )
Nella versione completa col coro, una parte del testo cantato è il “Confutatis
Maledictis” tratto dal requiem in latino. In questo contesto però il Confutatis è inteso
come un canto contro la guerra, la cui prima parte ( coincidente con la prima terzina del Confutatis ) vuole essere un atto di condanna
per i “signori della guerra”, mentre la seconda parte ( coincidente con la seconda terzina e cantata dal Soprano solo ) è una supplica per coloro che
hanno patito le sofferenze sia fisiche che spirituali della guerra.
(Segue la lettura della lettera e subito dopo inizia il brano)

“Mamma carissima, pochi minuti prima di andare all'assalto ti invio il mio pensiero

affettuosissimo. Un fuoco infernale di artiglieria e di bombarde sconvolge nel

momento che ti scrivo tutto il terreno intorno a noi...Non avevo mai visto tanta

rovina. E' terribile, sembra che tutto debba essere inghiottito da una immensa

fornace.

Eppure col tuo aiuto, coll'aiuto di Dio, da te fervidamente pregato, il mio animo è

sereno, farò il mio dovere fino all'ultimo.”

 

VEDI PARTITURA RIDOTTA CON CORO

ASCOLTA

 

Cerca anche queste categorie: Home page, In vetrina, Brani originali da concerto